PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE
Venti domande per conoscere BACnet

By at 13 giugno, 2011, 9:25 am

Sviluppato sotto l’egida dell’Associazione Americana degli Ingegneri per il Riscaldamento, la Refrigerazione e il Condizionamento dell’aria (ASHRAE – www.ashrae.org), BACnet è nato con l’obiettivo di standardizzare la comunicazione fra dispositivi e sistemi per l’automazione di edifici di diversi produttori. Provvede a sostenere e preservare il protocollo il Comitato 135 Permanente dell’ASHRAE per i Progetti sugli Standard.

1. Cosa offre BACnet ?
BACnet offre a proprietari e gestori di edifici la massima flessibilità e il massimo risparmio in termini di costi, perché consente di integrare prodotti di controllo di diverse marche in un unico sistema uniforme. E’ stato progettato per consentire l’interoperabilità fra dispositivi per HVAC/R, illuminazione, controllo accessi e sicurezza. I proprietari possono scegliere le migliori tecnologie e i migliori servizi disponibili sul mercato e mettere così al sicuro i loro investimenti, perché avranno comunque la possibilità di espandere gli attuali sistemi in modo competitivo, senza rimanere bloccati o essere costretti a sostituirli se il fornitore originario non è più il loro preferito. BACnet rende anche più semplice gestire il sistema utilizzando una unica workstation in ambienti tipo campus o composti da più edifici, dove sono presenti molti sistemi di controllo di diversi produttori.

2. Perché è nato BACnet?
Prima della nascita di BACnet, ogni linea di dispositivi di controllo di ogni singolo produttore utilizzava per comunicare il proprio protocollo proprietario. Ogni volta che apparecchiature di diversi produttori dovevano scambiarsi delle informazioni, occorreva realizzare del software e dell’hardware apposito, per risolvere lo specifico problema, che doveva poi essere manutenuto, portando a notevoli sprechi di tempo e denaro.

3. Come venne sviluppato?
BACnet è stato sviluppato riunendo in maniera trasversale professionisti dell’industria, produttori del settore, consulenti, utenti finali, enti governativi e la comunità accademica. Ci vollero nove anni per svilupparlo, quindi fu revisionato dal pubblico e nel 1995 venne approvato divenendo lo Standard ANSI/ASHRAE 135-1995.

continua su Sistemi Bus n. 8 / 2011

Categories : Componenti e sistemi


Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento