Un impianto bus accontenta tutti

By at 29 dicembre, 2010, 11:53 am

L’impianto è stato realizzato nella sede della Cassa Rurale Novella e Alta Anaunia a Fondo, capoluogo dell’Alta Anaunia, in provincia di Trento.
Il progettista elettrico è Fabio Giaccaglia.
Ernesto Patti, autore dell’articolo, è responsabile del progetto domotico e start-up, i marchi utilizzati sono ABB, Gewiss e Merten.

Un impianto elettrico deve tener conto – oltre ai desideri del committente – delle ragioni dell’architetto, del progettista e dell’installatore.
Innanzitutto deve adattarsi con semplicità alla evoluzione delle esigenze del committente, consentire il controllo ed il contenimento dei consumi energetici, essere comandato e controllato da una postazione dedicata e da posizioni locali, essere semplice e “friendly” nell’utilizzo.
Per l’architetto l’impianto elettrico deve essere invisibile, ben integrato nel design generale e dotato di pochi dispositivi che svolgano molte funzioni.
I pochi dispositivi che si vedono, oltre ad essere belli e piacevoli da toccare, devono trasmettere un messaggio di attualità (HI-TECH), senza essere aggressivi
Per il progettista deve essere realizzato secondo le norme CEI, il più possibile svincolato dal catalogo di un singolo…

Continua su Sistemi Bus n. 5

Categories : Articoli e approfondimenti


Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento